Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2020

Ricerca cause di infiltrazioni d’acqua e perdite in tubazioni: tecniche e metodologie.

Premessa. 
La riuscita di ogni metodo diagnostico dipende dal contesto e pertanto, anche nei casi più semplici, dovrò considerare una certa probabilità di insuccesso. Per chiarire questo aspetto ai clienti, solitamente ricorro al alla similitudine del malato che deve sottoporsi ad una serie di indagini al fine di scoprire le cause del suo male; c’è il rischio, ed a volte accade, in effetti, che il medico curante possa prescrivere una serie di esami dai quali però non sia possibile risalire alle cause della patologia.

Nella ricerca delle infiltrazioni d’acqua o delle cause dell’umidità si può ricorrere a vari metodi diagnostici, tra i quali, i più diffusi, sono quelli della termografia, della geofonia e del rilevamento tramite gas o liquidi traccianti; vediamone le differenze sostanziali.
TERMOGRAFIA: tecnica che consente di rilevare anomalie lavorando nel campo dell’infrarosso; si avvale di uno strumento denominato termocamera, una sorta di “macchina fotografica”, in grado di rilevare l…

Le ristrutturazioni edilizie: guida alla classificazione secondo normativa – focus bonus facciate.

Nell'ambito della normativa relativa al risparmio energetico esiste una distinzione basata sul tipo di intervento previsto; per gli interventi di ristrutturazione edilizia, è infatti possibile distinguere, una ristrutturazione edilizia semplice da una ristrutturazione edilizia importante; rientrano nel secondo caso tutti gli interventi che riguardano la ristrutturazione dell’involucro edilizio che interessano una superficie lorda complessiva disperdente superiore al 25%.

Gli interventi di ristrutturazione importante comprendono, a loro volta, due sottocategorie:

ristrutturazioni importanti di primo livello – interessano oltre il 50% della superficie esterna disperdente e l’eventuale rifacimento dell’impianto di climatizzazione; i requisiti di prestazione energetica si applicano all'intero edificio e si riferiscono alla sua prestazione energetica relativa al servizio o ai servizi interessati;
ristrutturazioni importanti di secondo livello – interessano meno del 50% (e non meno de…

Cappotto termico interno: quale scegliere?

Premettiamo che isolare un’abitazione significa, sostanzialmente, preservare l’involucro dal freddo d’inverno e dal caldo in estate. Se questa, quindi, è la funzione principale cui deve assolvere un cappotto termico, è abbastanza intuitivo capire che è preferibile installare un cappotto esterno, cioè creare una barriera esterna all'ingresso del freddo o del caldo, a prescindere dalle caratteristiche termiche dell’involucro.

Questa soluzione non è tuttavia sempre attuabile e, in alcuni casi, si è costretti ad agire dall'interno dell'involucro, ricorrendo a soluzioni che, se non opportunamente studiate, determinano la comparsa o l’aggravio di inconvenienti, quali muffe e condense superficiali.

Possiamo immaginare l’ambiente interno come un involucro più o meno impermeabile all'aria, nel quale si svolgono le attività umane che inevitabilmente producono nel tempo un’alterazione del clima interno; pensiamo, ad esempio, al vapore acqueo prodotto dal nostro corpo o quello svilu…